Nuova Caledonia. Un salto in paradiso

Nuova Caledonia. 7 motivi per un salto in paradiso

Altro giro, altra corsa nei territori d’oltre mare della Francia. Ultimamente siamo stati in Martinica, ora, lontano da tutto e da tutti voliamo dall’altra parte del globo, e più precisamente nel Sud del Pacifico, dove vi porteremo alla scoperta di un paradiso naturale capace di far innamorare qualunque viaggiatore.

Parliamo della Nuova Caledonia, una destinazione fuori dalle rotte più comuni, fatta  e caratterizzata di mille colori: dall’azzurro del mare, al verde di una natura rigogliosa, al bruno della terra più arida.

La luce del sole qui in Nuova Caledonia è davvero qualcosa di splendido e illumina le suggestive spiagge della laguna, la più grande al mondo con i suoi 24.000 km, dichiarata Patrimonio Unesco.

Ma non è tutto, la laguna non è bella da vedere soltanto dall’esterno, ma anche e sopratutto dall’interno. Per chi ama il profondo blu, questo è il posto giusto; Infatti, muniti di pochi e semplici strumenti quali maschera e/o bombole, è possibile ammirare gli oltre 3.000 pesci rari abitanti di una barriera corallina seconda soltanto a quella australiana.

Nuova Caledonia. La Grande Terre

il cuore di Voh

L’isola principale, la Grande Terre, è lunga ben 500 km ed è attraversata da una catena montuosa davvero dalla bellezza e dai paesaggi mozzafiato. Per gli amanti dell’esplorazione e dell’escursionismo, questo è uno dei posti ideali: In sella a una bici, a cavallo o a piedi è possibile esplorare tutte i segreti e le bellezze di questo territorio. Tra le tante esperienze ed escursioni da fare, c’è senza dubbio quella di scoprire il simbolo della Nuova Caledonia, il cuore di Voh (un magnifico cuore verde disegnato tra le mangrovie), o incontrare i Kanak, gli indigeni che hanno una storia di oltre 30.000 anni. A Noumea la capitale invece, da non perdere il Centro Culturale di Tjibaou progettato da Renzo Piano.

Centro Culturale di Tjibaou

Oggi vi raccontiamo i 7 motivi per una salto in Nuova Caledonia.

Primo motivo il cuore di Voh, di cui vi abbiamo accennato. Per ammirarlo in tutta la sua bellezza, vi basterà salire a bordo di un ultraleggero e sorvolare la foresta di mangrovie sottostante. Uno tra i paesaggi più più romantici al mondo apparire sotto i vostri occhi e, non dovrete far altro che ammirare il cuore disegnato in modo del tutto naturale dalle mangrovie.

Secondo motivo un safari alla scoperta delle balene. Il Sud della laguna infatti, da luglio a settembre diventa il luogo prediletto delle balene.

Terzo motivo è Bourail, vivace insediamento di epoca coloniale sulla costa ovest a 162 km da Noumea. L’insediamento ospita un museo e una distilleria di olio essenziale dell’albero Niaouli, ma l’ attrazione maggiore è La Roche Percée, una insolita roccia che riproduce un volto umano e su cui ci si può arrampicare al ritrarsi delle acque.

Motivo numero quattro è l’Isola dei Pini (Nokan Hui). Un puntino nel mare, nient’altro di più, ma una volta raggiunta vi sembrerà di camminare sull’acqua.

Motivo numero cinque è Ouvea, una delle tre Isole della Lealtà, famosa per il suo incredibile paesaggio e la sua spiaggia lunga 25 km.

Sesto motivo sono i Kanak, popolazione locale dalla lunga storia. Visitare uno dei villaggi nella costa Est è una esperienza davvero particolare che vi porterà alla scoperta di affascinanti usi e costumi tra allegria, musica e danze.

Settimo motivo è la musica; Un filo rosso fatto di musica e canzoni unisce Noumea a La Rochelle nella Francia continentale: dall’8 al 10 settembre si svolge nella capitale il festival Les Francofolies, evento musicale dedicato a danze tradizionali, racconti, arti visive e tradizioni della Nuova Caledonia.

Altre curiosità? Vi è venuta un po’ voglia di esplorare questo paradiso? Beh allora segnate nella vostra lista viaggi la Nuova Caledonia, vale davvero un viaggio cosi lungo.

Buon Viaggio!!

Luca Ferri

 

Maggiori Info:

https://www.nouvellecaledonie.travel/fr
it.france.fr

#oltremarefrancese 

#FranceFR

foto –  Credits and copyrights: © Terres de lumière / NCTPS
No Comments Yet

Comments are closed