Seychelles. La vacanza per chi ama la natura

Seychelles, un paradiso sostenibile di biodiversità   

Riserve naturali, siti Unesco, giardini botanici, flora e fauna rare, piantagioni di coralli, delfini, tartarughe marine e squali balena

115 isole nell’Oceano Indiano per chi ama il mare e la natura

Una meta ideale per le coppie in luna di miele e le persone famose in cerca di una vacanza esclusiva ma all’insegna della privacy    

Le Seychelles, arcipelago di 115 isole nell’Oceano Indiano, sono già indicate tra le destinazioni turistiche al vertice dei sogni di chi vorrà dimenticarsi in fretta il tempo sospeso del Covid19.

Un paradiso sostenibile

Anse Pierrot, La Digue ©Paul Turcotte

La parola d’ordine della vita post-pandemia sarà “sostenibile” e le Seychelles sono la vacanza ideale per chi ama la natura nella sua biodiversità e l’ecosostenibilità come principio regolatore della propria vita.

L’arcipelago è uno dei venticinque “Biodiversity Hotspots” mondiali, con il 43% del territorio costituito in Riserva Naturale o Parco Nazionale.

La flora e la fauna sono uniche, con circa mille specie peculiari di queste isole. Vi sono inoltre una grande varietà di ambienti naturali e foreste vergini, oltre a due siti Unesco.

Ecoturismo per tutti i gusti

Morne Seychelles National Park

Vasta è la scelta di attività ecoturistiche (bird watching, immersioni e snorkeling, trekking, cicloturismo), essendo le Seychelles uno degli esempi di maggior successo nella conservazione della propria cultura e di un ecosistema fragile e unico.

La politica di sviluppo sostenibile dell’arcipelago preserva la biodiversità e favorisce un turismo controllato, per evitare impatti negativi sull’ecosistema: si evitano il sovraffollamento negli arrivi e la costruzione di nuovi hotel oltre a quelli strettamente necessari al mantenimento dell’equilibrio dell’ecosistema.

Vallée de Mai, Praslin, Seychelles

Turismo ecosostenibile regolato per legge

Il Codice del Turismo Ecosostenibile delle Seychelles raccomanda ai turisti di non sprecare l’acqua, ridurre l’emissione di anidride carbonica utilizzando bus locali e biciclette per i tour, rispettare la cultura locale, supportare sistemazioni ecofriendly, acquistare prodotti locali, mangiare in ristoranti creoli, proteggere l’ecosistema marino evitando di prendere o comprare coralli, conchiglie, gusci di tartaruga, rocce, flora od oggetti realizzati con questi materiali.

Il programma di certificazione della gestione sostenibile del turismo Seychelles Sustainable Tourism Label è stato studiato con lo scopo di ispirare un sistema più efficiente e sostenibile di gestire l’impresa turistica, preservando il valore del proprio territorio. Gli hotel certificati sono 21, distribuiti fra le isole Mahé, Praslin e Silhouette.

 

Anse Source D’Argent

L’ecoturismo può essere “di lusso”

North Island, a pochi km da Silhouette, 35 km a nord di Mahé, è un’esclusiva isola resort privata dove poter praticare ecoturismo di lusso. In un ambiente incontaminato è avviato il progetto di conservazione “L’arca di Noè” per la reintroduzione di specie endemiche in pericolo.

Frégate Island, a 55 km da Mahé, da covo di pirati durante il XVII secolo è diventata dimora di specie endemiche rare, 2.200 tartarughe giganti in libertà e 100 specie di uccelli. Ospita un esclusivo ecolodge a cinque stelle, un museo marittimo e vari progetti di conservazione.

Denis Island, a 85 km nord di Mahé, con 50 ettari di foresta, tartarughe giganti, varie colonie di uccelli di mare e di terra, offre programmi di conservazione con un gruppo di biologi dedicato.

Cinque parchi nazionali marini

Anse Source D’Argent

I cinque parchi nazionali marini tutelano 150 specie di pesci.

Per esempio, il Parco Nazionale Marino St. Anne, a 4 km dalla costa orientale di Mahé, presenta una vasta area corallina popolata da tartarughe marine e delfini, ideale per ammirare la vita marina sia con snorkeling che con imbarcazioni semisommergibili.

Comprende le isole Sainte Anne, Cerf, Moyenne e Round. Su Sainte Anne si può ammirare un sito di deposizione uova di tartarughe Hawksbill, su Moyenne si trovano cento tartarughe giganti di Aldabra.

Nella Riserva Naturale di Curieuse Island si trovano invece un allevamento di tartarughe giganti che vagano libere e un luogo di nidificazione per le tartarughe marine.

Fra i tanti siti dove è praticabile lo snorkeling e immersioni, da citare il Coco Island Marine National Park e l’Aride Nature Reserve, isolotti popolati da tartarughe marine.

Un innovativo processo di ripopolamento corallino

Grazie a un innovativo processo di piantagione, sono stati “allevati” 50mila frammenti di corallo in una nursery subacquea per un progetto di ripopolamento.

Le Seychelles sono diventate il Paese guida nei progetti di allevamento del corallo, minacciato dall’aumento della temperatura del mare.

In otto anni ha già dato vita al ripristino di 6mila mq di nuovo corallo nell’area protetta della Cousin Island Special Reserve.

Le nurseries subacquee sono realizzate in acque aperte, anche alcuni hotel delle Seychelles partecipano al progetto con il ripristino della barriera corallina nelle acque limitrofe alle proprie strutture.

Seychelles – Anse Lazio , Praslin

Un arcipelago per coppie in luna di miele (famose e no) 

Le Seychelles sono sempre state una meta molto ambita dalle coppie in luna di miele, affascinate dalle bianche spiagge e dal mare cristallino. Negli anni l’arcipelago ha dimostrato di essere anche un ottimo luogo di vacanza per coppie famose alla ricerca della privacy: da William e Kate, duchi di Cambridge, a David e Victoria Beckham.

Sandra Tognarini

WEB SITE