L’Alto Adige direttamente a casa tua

I prodotti dell’Alto Adige a portata di Click

Grazie all’e-commerce, prodotti beauty, fashion, food, wine e artigianato alla portata di tutti

Cosmetici naturali, tisane, vini, marmellate, formaggi e yogurt

E… per fare un cappello ci vuole il legno!      

Mai come durante quest’anno di confinamento sociale, l’e-commerce, anche di alta qualità, si è diffuso così capillarmente in Italia.

Come già accaduto con altre iniziative di marketing territoriale, anche le eccellenze produttive dell’Alto Adige hanno lanciato le loro piattaforme di e-commerce, non solo in ambito enogastronomico ma anche artigianale, beauty e fashion.

Sul sito www.suedtirol.info è possibile scegliere tra diversi produttori che permettono di ricevere a casa prodotti selezionati per conoscere o ritrovare profumi, sapori e materiali tipicamente altoatesini.

Cosmetici naturali dall’Alto Adige

©Damian Pertoli

La natura in Alto Adige è la prima fonte di benessere e bellezza. In Val Senales, a 3mila metri di altitudine, si estende il ghiacciaio del Giogo Alto. Da sempre, la sua immagine di purezza ha affascinato Paul Grüner, gestore del rifugio Bella Vista, che ha deciso di indagare il segreto della forza curativa e rinvigorente del ghiaccio.

Dopo anni di collaborazione con istituti di ricerca, è nata Glacisse (www.glacisse.com), una linea di cosmetici dalle proprietà idratanti e tonificanti grazie all’impiego dell’acqua che sgorga pura da una sorgente che si trova vicino al ghiacciaio.

Estratti provenienti dall’incontaminata natura alpina arricchiscono la linea viso e corpo, realizzata per stimolare i processi antiossidanti, proteggere le cellule dai radicali liberi e offrire un’idratazione duratura, assicurando alla pelle tonicità ed elasticità.

©Damian Pertoli

Spostandosi verso l’alta Valle Isarco, piante e fiori sono invece gli elementi alla base dei prodotti dei Giardini Aromatici Wipptal (www.biowipptal.it). Gabi e Sepp Holzer, del maso Steirerhof a Prati di Vizze, insieme a Bernhard Auckenthaler, del maso Botenhof a Fleres, coltivano erbe e piante aromatiche.

©Elena Muehisteiger

I terreni secchi e sassosi e le diverse altitudini consentono di rispettare le diverse esigenze naturali delle colture, seguendo rigidi criteri biologici. La raccolta e la lavorazione viene fatta prevalentemente a mano, per realizzare prodotti di alta qualità.

Le essenze dei fiori e delle erbe vengono combinate con oli biologici di mandorla dolce, girasole, papavero o alcool biologico per creare una linea cosmetica.

L’essiccatura a bassa temperatura delle foglie e dei fiori, lasciati interi, consente poi di mantenere integro l’aroma per tisane e infusi con i caratteristici profumi dell’Alto Adige.

©Andrea Piovesan

Nel cuore incontaminato delle Dolomiti, si trova infine il laboratorio cosmetico di Gian Maria Amatori (www.gianmariaamatori.com). Nella sua farmacia a Corvara, grazie a un’attenta ricerca che va avanti da oltre 30 anni, Gian Maria Amatori combina le essenze naturali estratte dalle piante delle valli ladine e la scienza cosmetologica più avanzata per dare vita a una linea di prodotti per la bellezza e la salute della pelle.

Tutti i sapori dell’Alto Adige

L’unicità del territorio altoatesino passa anche dai sapori autentici dei vini pregiati, della marmellata, dei formaggi e dello yogurt

.Caldaro sulla Strada del Vino ©Alto Adige -BENJAMIN PFITSCHER

Tutti questi prodotti possono arrivare nelle case degli italiani (e non solo) cliccando sul link www.suedtirol.info

E che dire poi della qualità e del gusto delle marmellate della famiglia Seibstock.

©Marmellata di albicocche ©Alto Adige-Frieder Blickle

La storia delle marmellate Seibstock risale ai tempi dell’imperatrice Sissi, quando un intraprendente giardiniere di Castel Trauttmansdorff decise di vendere la frutta in eccedenza rispetto ai bisogni della tavola imperiale. Aprì un negozio sotto i portici di Merano e il resto è storia: l’esperienza e gli alti standard di qualità di allora si ritrovano ancora oggi e si aggiungono processi di produzione sostenibili.

Il risultato è racchiuso nel sapore unico che le fragole e i frutti di bosco della Val Martello o le albicocche della Val Venosta donano alle marmellate a marchio Seibstock.

Tra le eccellenze dell’Alto Adige, il vino (www.vinialtoadige.com antica. Molti i vitigni che producono varietà di riconosciuta qualità a livello internazionale: dai rossi come il Lagrein e la Schiava, che ci portano sul lago di Caldaro e nella conca di Bolzano, come anche a Termeno sulla Strada del Vino, ai bianchi dall’aroma intenso e fruttato come il Gewürztraminer o floreali come il Sauvignon, che con le loro note rappresentano la Valle Isarco, zona celebre per la produzione di eccellenti bianchi.

Vino ©Alto Adige-Florian Andergassen

Prima di alzarsi da tavola, un cenno ai formaggi

In Alta Badia, la famiglia Crazzolara porta avanti con passione la tradizione e la cultura del territorio e propone la produzione di formaggio naturale e yogurt secondo i più alti criteri di qualità.

©Annelies Leitner

La filosofia del maso Lüch da Pcëi a San Cassiano (altabadialat.it) è quella di conservare il tradizionale vivere quotidiano di una fattoria, che richiede amore per gli animali, passione per l’agricoltura e una sana alimentazione.

Il risultato è un latte fresco, prodotto adottando criteri biologici secondo natura, premiato per la sua qualità. Ogni prodotto non è solo gustoso e sano, ma testimonia anche il rispetto della tradizione e della cultura tipica del territorio.

L’Alto Adige è anche Design

L’artigianalità altoatesina si basa naturalmente sulla creatività, ma conservando l’utilizzo di materiali locali.

Lavoro Manuale © Alto Adige-Alex Filz

Tra gli oggetti di design e gli accessori di moda, numerosi sono i prodotti del territorio che possono essere acquistati direttamente online.  

Il legno è un materiale che regala una sensazione di calore, un’importante materia prima rinnovabile che consente una produzione sostenibile ed etica.

©Arnold Ritter – Embawo

Sono proprio questi i principi che hanno ispirato il falegname meranese Norbert Öttl quando nel 2009, unendo la sua sapienza artigiana con il design, ha creato il marchio Embawo (www.embawo.com) insieme a Caterina Patricò.

Ogni pezzo è unico, realizzato con legno dell’Alto Adige in un perfetto mix tra natura, artigianato tradizionale e design.

Tra i prodotti Embawo vi sono vassoi, portabottiglie, beauty case e borse.

©Andreas Senoner -Kapl

Il legno fa parte della tradizione più tipica della Val Gardena. E proprio dall’incontro tra lo scultore gardenese Christian Plancker e il piastrellista Michael Senoner è nato Kapl (shop.kapl.fashion).

Tutto ha inizio da una scultura lignea a forma di cappello e dal lavoro che i due hanno dedicato per arrivare al risultato perfetto: il Kapl.

Il Kapl è un cappellino disponibile in quattro diverse varianti, composto da ventinove elementi e realizzato interamente a mano utilizzando il legno dell’Alto Adige. Il design del prodotto viene realizzato con l’incisione laser del legno. A marchio Kapl adesso vengono prodotti, rigorosamente in legno, anche portafogli e cinture.

Glücklich

Anche la tradizione della lavorazione della lana dell’Alto Adige trova un’interpretazione contemporanea nei prodotti Glücklich (www.gluecklich.it). L’uso di materiali di qualità e la cura dei dettagli sono i principi cardine della produzione di linee donna e uomo che, dalle vetrine del negozio del centro di Appiano, arrivano a casa con un click.

ST

error: il contenuto è protetto.