Il segreto per una vita più lunga, sana e felice

Il futuro del benessere

Clinique La Prairie ha individuato 8 key trends in un report esclusivo sul futuro di benessere, bellezza e longevità: ecco i segreti della medicina preventiva post pandemia

Vi siete mai chieste come sarà il futuro?

Come si trasformerà l’ambiente che ci circonda, come evolveranno le nostre abitudine e come cambierà la qualità della vita?

Noi di Beautytudine ci siamo poste questa domanda, soprattutto in questo periodo così delicato in cui la pandemia globale ci ha rese molto più sensibili su certi temi, in primis la salute.

In particolare, questa situazione difficile ha cambiato non solo la quotidianità di ognuna di noi, ma le nostre priorità, focalizzando la nostra attenzione e il nostro interesse su ciò che prima davamo per scontato, il benessere psico-fisico.

La conseguenza a tutto questo è stato un forte aumento della domanda di medicina preventiva altamente personalizzata e sopratutto in grado di monitorare la salute del corpo e, allo stesso tempo, della mente.

Expertise medica, innovazione, tecnologia avanzata, sicurezza: Clinique La Prairie conferma la propria esclusività e il proprio prestigio con lo studio sul futuro della medicina preventiva

Leader in questo settore è senza dubbio Clinique La Prairie, clinica di fama mondiale che da quasi un secolo lavora nel campo della longevità con risultati eccellenti.

Grazie all’expertise medica, alla ricerca avanzata e alla tecnologia ultra innovativa, i medici del centro hanno realizzato uno studio all’avanguardia sul futuro dei settori Health, Beauty e Wellness, spiegando perfettamente i trend da seguire per una vita più lunga, più sana e in generale migliore.

In particolare, il report ha evidenziato otto key trends per la salute e il benessere che vanno oltre gli attuali confini della scienza e della medicina. La ricerca su base empirica e scientifica, è stata condotta con un modello misto sia tramite interviste a qualificati esperti di settore (specialisti sia interni che esterni alla clinica) sia tramite un sondaggio a un panel di High-Net-Worth Individuals interessati ai temi di investigazione.

Scopriamo insieme gli 8 straordinari key trends rilevati dallo studio e dalla ricerca di Clinique La Prairie 

La rivoluzione epigenetica e l’avvento della medicina personalizzata

Il primo trend emerso dallo studio di Clinique La Prairie riguarda l’epigenetica e la medicina personalizzata.

L’innovazione e la tecnologia hanno permesso alla medicina di offrire cure uniche e personalizzate e ora, grazie alla nuova scienza epigenetica, ovvero il legame tra la natura, il nostro patrimonio genetico e l’educazione, sarà possibile garantire terapie ancora più sicure e mirate per ogni singola persona.

Partendo da questa considerazione e dal fatto che linvecchiamento è una combinazione di tempo, geni ereditati, ambiente e stile di vita, i ricercatori della clinica svizzera hanno progettato programmi medicali e olistici per influenzare l’espressione genetica e ridurre l’età biologica che diventeranno un’innovazione chiave nel prossimo decennio. Inoltre, è probabile che, in un prossimo futuro, gli esperti siano in grado di regolare i profili genetici per aiutare a prevenire le malattie nate da una predisposizione genetica.

L’allenamento del cervello per aumentare il potenziale cognitivo

Il secondo key point trattato nella ricerca si concentra sul futuro della neurobiologia e sul potere cognitivo.

Nello specifico, la medicina sta progredendo molto nei trattamenti destinati al cervello umano: un esempio arriva dalle neuroscienze, il cui futuro risiede negli strumenti di valutazione cognitiva e nella tecnologia avanzata di neurofeedback per guidare una comprensione avanzata della nostra neurobiologia. È un campo in continua crescita, dove si stanno esplorando nuove soluzioni tra cui la mappatura del cervello, esercizi basati sul neurofeedback, integratori nootropici e scelte di vita, che possano promuovere la neuroplasticità e l’apprendimento più veloce.

L’allenamento del cervello può aiutare a gestire lo stress e sta aprendo nuove opportunità per migliorare il potenziale cognitivo. In questo panorama incerto, si prevede un aumento delle persone che soffriranno di Alzheimer entro il 2050 e la valutazione cognitiva potrebbe aiutare a prevedere e ad allontanare la demenza.

L’ascesa della tecnologia che potenzia la connessione umana

A seguire nella ricerca sono stati evidenziati i progressi fatti dalla tecnologia applicata al potenziamento del corpo umano.

I medici e i ricercatori di Clinique La Prairie prevedono un’accelerazione del monitoraggio digitale del corpo attraverso nuovi dati e applicazioni.

Ad esempio, anche la nutrizione tecnologica è destinata a crescere con dispositivi indossabili ad alta tecnologia che monitorano le esigenze nutrizionali del corpo, portando a trattamenti come i nutraceutici.

Inoltre, sebbene vi sia la consapevolezza che la robotica o l’intelligenza artificiale non potranno mai sostituire i medici, non c’è dubbio che, in questo campo, verrà utilizzata sempre di più la tecnologia.

La nutri-rivoluzione e un’alimentazione sempre più vegetale

Nel cuore del report di Clinique La Prairie si è dato spazio alla nutrizione e alla rivoluzione che è in atto in questo campo.

 “Nutri-rivoluzione”, così viene definita l’alimentazione ultra-personalizzata studiata per ogni singola persona affinché ognuno segua una dieta ottimale.

Tra i vari fattori che influenzano il sistema immunitario e la scelta dell’alimentazione personalizzata che considera i genomi di ogni individuo, ci sono sicuramente la dieta e la salute dell’intestino. In particolare la tendenza è quella di prediligere i cibi vegetali, ricchi di benefici e abbinare ogni pasto a degli integratori di prossima generazione che combinano scienza e metodi naturali.

“Reversed aging” sarà la nuova longevità

Il quinto trend, uno dei più innovativi sicuramente, è quello del “reversed aging”: gli esperti di Clinique La Prairie hanno sottolineato come invertire il processo di invecchiamento dei giovani sarà l’obiettivo della medicina.

Inoltre, l’analisi genetica per catturare e curare le malattie prima che diventino sintomatiche sarà la chiave per prevenire le malattie, e, in particolare, le cure che invertono il processo di invecchiamento saranno al centro della scena, come l’ottimizzazione e la rigenerazione cellulare.

Progressi nella medicina estetica e nella chirurgia riparativa basata sulle cellule staminali

Un posto di rilievo è riservato ai trattamenti con le cellule staminali, uno degli otto trend proposti dalla ricerca firmata Clinique La Prairie,  già in atto nel campo della bellezza e della medicina estetica, che saranno molto presto l’avanguardia della scienza medica.

Dallo studio è emerso come sia ora possibile abbellire, ripristinare e proteggere la pelle utilizzando cellule staminali adipose derivate dal nostro stesso grasso.

In particolare, Clinique La Prairie ha recentemente introdotto un esclusivo programma di potenziamento della pelle del viso, che utilizza le cellule staminali del cliente per sostituire le cellule degenerate e ridurre i segni dell’invecchiamento visibile.

In futuro, la scienza delle cellule staminali potrebbe essere utilizzata per riprodurre tessuti, con l’ambizione di creare e sostituire organi vitali come reni, fegato e polmoni per ridurre gli effetti dell’invecchiamento.

Immunità e valore del ritmo circadiano

Il settimo key point riguarda l’immunità, fondamentale sopratutto in questo periodo, e il valore del ritmo circadiano.

Vivere e agire secondo la cronobiologia diventerà un parametro chiave per regolare la salute: il nostro ritmo circadiano regola molti aspetti della salute, tra cui la digestione, gli ormoni e il sistema immunitario.
Proprio per questo c’è una crescente consapevolezza di vivere in armonia con il proprio cronotipo – orologio interno geneticamente determinato che governa i tempi di sonno ottimali – per sbloccare la salute.
Recenti ricerche e prove mostrano che l’allineamento degli orari delle terapie in base alla cronobiologia contribuisce ad aumentarne i benefici.

Un approccio olistico sempre più importante

Ultimo trend, tra i più importanti, è quello di adottare un approccio completo al benessere combinando la scienza all’avanguardia con trattamenti olistici comprovati per una salute ottimale.
Usando gli stessi termini, una delle tendenze emergenti già ora è la gestione olistica dello stress. Gli approcci tradizionalmente pensati come orientali e occidentali vengono sempre più uniti e sono destinati a incorporare medicina, alimentazione, movimento e benessere.

La lungimiranza, l’avanguardia e la scienza di Clinique La Prairie continua a impegnarsi e a raggiungere ottimi risultati nella medicina preventiva, custodendo sempre il segreto per una vita più lunga, sana e felice

Simone Gibertoni, ©Anoush Abrar

Così il CEO, Simone Gibertoni, commenta il report promosso dai ricercatori di Clinique La Prairie: “È chiaro che la pandemia ha reso la salute un tema prioritario. Le persone saranno sempre di più alla ricerca di programmi di medicina preventiva altamente personalizzati, significativi e preventivi, che adottino un approccio olistico e uniscano la salute del corpo e il benessere della mente. […] La scienza è stata parte integrante di Clinique La Prairie sin dal suo inizio. Da oltre 20 anni, il Prof. Ernst Rietschel guida il comitato scientifico, collaborando con esperti internazionali. Il comitato consultivo scientifico odierno è composto dai ricercatori, clinici e consulenti più esperti tra i migliori nei rispettivi campi: longevità, neuroscienze, genetica, biostatistica, nutrigenomica, bioscienze e immunologia. […] Con 90 anni di esperienza alle spalle, i nostri esperti stanno aprendo la strada alla comprensione di come l’industria della salute e del benessere prenderà forma negli anni e nei decenni a venire“.

©Massimo Scuri

Clinique La Prairie ha già fatto la differenza nel campo della medicina preventiva, formulando Holistic Health, la collezione di longevity supplements creati proprio per prevenire e regolare il processo di invecchiamento e promuovere un concetto di longevità olistica.

Si tratta di quattro diverse routine, di cui abbiamo già parlato, che coniugano potenziamento delle difese immunitarie, gestione dello stress, azione anti-infiammatoria, ringiovanimento e longevità cellulare, in un complesso di ingredienti esclusivo denominato Holistic Complex. Un vero e proprio passo avanti nell’innovazione della medicina del futuro.

Erika Fuser

WEB SITE
error: il contenuto è protetto.