Il richiamo della foresta

In Italia, i luoghi più suggestivi per praticare il “Forest Bathing”

Dal glamping sospeso sul lato ai meleti bio, dalla tenuta del castello alla biodiversità dei boschi alpini per esperienze totalmente immerse nella natura

Le piante sono esseri viventi: vive, intelligenti e rigeneranti. Ecco perché il Forest Bathing sta diventando un’esperienza sempre più ricercata.

Immergendosi totalmente nella natura, si può ritrovare la connessione con l’ambiente e scoprire boschi e foreste brulicanti di vita.

Il contatto diretto con gli alberi porta importanti benefici per la mente e il corpo, alleviando lo stress e l’ansia, regolando il battito cardiaco, migliorando l’umore e allontanando i cattivi pensieri.

Ecco dunque che vi portiamo nei luoghi italiani più suggestivi in cui poter fare un “bagno nella foresta” o praticare lo Shinrin-Yoku, ovvero “trarre giovamento dall’atmosfera dei boschi”.

Un bagno nella foresta in Campania

Lago Nabi

L’immersione nella foresta inizia dal mattino, con una sana colazione sul pontile di legno del lodge sospeso sull’acqua, o con una rilassante esercizio di yoga su prato.

Ai Laghi Nabi, nella prima Oasi Naturale della Campania, tutto è natura: dalla rigenerazione ambientale di ex cave di sabbia sul Litorale Domizio (CE) è nata infatti una grande area naturalistica, con percorsi per effettuare il Forest Bathing, escursioni in barca a vela, canoa o kayak e passeggiate a cavallo sulle rive dei laghi.

Si può soggiornare sia in albergo, al Plana Resort, oppure nelle originali tende luxury del Nabi Resort Glamping & Spa.

Immergersi nelle foreste molisane

Castel del Giudice – Borgo Tufi

Aprendo le finestre delle casette in pietra, ci si ritrova circondati da boschi, cime appenniniche e meleti bio, tutti nati dal recupero di terreni in disuso.

Da Borgo Tufi, albergo diffuso di Castel del Giudice (IS), al confine tra Molise e Abruzzo, partono diversi sentieri per praticare il Forest Bathing in totale libertà.

Tra questi, segnaliamo il percorso che conduce alle sorgenti di acqua sulfurea oppure quello che segue il corso del fiume Sagro fino al centro rafting.

Altri percorsi poi si inoltrato nei boschi, dove ai piedi degli alberi si nascondono funghi e tartufi, oppure si possono raggiungere i paesi vicini come Capracotta o gli abeti bianchi di Pescopennataro.

Suggestiva poi, è l’immersione nel meleto biologico Mesile, i cui frutti diventano ingredienti dei piatti d’autore del ristorante “Il Tartufo”.

In Umbria un castello millenario tra le querce

Castello di Petroia

Sulla vecchia strada che congiunge Gubbio e Perugia, sorge maestoso il Castello millenario di Petroia (PG), circondato da 250 ettari di alberi di quercia e cerri secolari, pianti di pini e salici.

Da antichi cammini rurali ci si può ricongiungere al Sentiero Francescano della Pace, che si inoltra in una foresta di 12 ettari con oltre 6mila piante diverse.

Un luogo questo di totale rigenerazione e di silenzio, per vivere un Forest Bathing originale e immerso nella natura e nella storia.

Un bagno nella foresta circondati dalle Dolomiti

Excelsior Dolomites Life Resort

Abeti rossi, larici, pino mugo e un sottobosco di mirtilli e rododendri fanno da sfondo al Parco Naturale Fanes – Sennes – Braies: un luogo dove praticare un’immersione nella natura dolomitica e, dall’Excelsior Dolomites Life Resort di San Virgilio di Marebbe (BZ), poter ammirare punti di vista mozzafiato.

Tra i migliori hotel alpini per escursioni, esperienze guidate e momenti di Forest Bathing unici, il resort membro dei “Wanderhotels”ha vinto l’Active Hotel Award 2019 nella categoria sport di montagna.

L’immersione nella natura continua anche all’Excelsior Dolomites Lodge, una splendida struttura di design con 16 camere deluxe e suite da sogno, Infinity Pool sul rooftop e Dolomites Sky Spa aperto a tutti.

Valle Aurina: lungo i percorsi della salute

Ph. Solane Roussel

80 maestose vette da 3mila metri sovrastano l’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat. Da qui Saprina Innerhofer, guida escursionistica, conduce i visitatori lungo i percorsi della salute che, partendo da Rio Bianco si inoltrano nei boschi della Valle Aurina in Trentino Alto Adige.

Sul sentiero delle erbe si possono imparare a riconoscere il tarassaco, l’achillea, il timo selvatico e altre varietà, scoprire come utilizzarle in cucina o per trattamenti estetici; sul sentiero per l’attività fisica poi, si può camminare facendo esercizi di respirazione tra le essenze della natura.

Infine, togliersi le scarpe e sentire il contatto diretto con la terra, migliorando così la circolazione per poi immergersi in un’acqua pura e rigenerante.

La proposta “In equilibrio”, valida fino al 1 novembre 2020, offre 3 notti con mezza pensione e l’uso dell’area benessere, un massaggio totale Abhyanga, flusso di olio sulla fronte Shirodhara, un massaggio ayurvedico alla testa Shiroabhyanga con bagno ayurvedico Avaghaba e la partecipazione al programma relax ed esercizio dell’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat.

Beatrice Citron

No Comments Yet

Comments are closed