Tra arte, tradizioni e natura

Stoccarda si veste di rosso

La capitale del Baden-Württemberg in Germania, si abbellisce delle sfumature dei colori autunnali, che riscaldano non solo il panorama dei vigneti ma anche i menu dei ristoranti e le esposizioni artistiche allestite alla Staatsgalerie e al Kunstmuseum.

Kunstmuseum © Stuttgart Marketing GmbH Werner Dieterich

Perdersi nei cambiamenti romantici dei colori che in autunno donano ai paesaggi naturali un’atmosfera da sogno, è indubbiamente una esperienza che si deve vivere una volta nella vita.

Vigneti Karlshoehe_©Stuttgart Marketing GmbH-Christoph Duepper

Le tinte calde e ambrate ci ammantano di giovialità e affabilità. Il rosso, signore incontrastato della tavolozza di un pittore, domina con la sua carica di passione e di energia, e rosso nella storia dell’arte si pronuncia Rubens, Peter Rubens, il genio fiammingo che nelle sue opere trasfigurò i sensi nella ricerca di una bellezza realistica e florida.

Una bellezza “rubens”, rossa appunta, che rispecchia l’anima di Stoccarda, città grande, bella, ridente, dinamica

Peter Paul Rubens, Donna anziana con ragazza, circa 1605-06, Staatsgalerie Stuttgart

Stoccarda inaugura la sua stagione culturale autunnale con la mostra, allestita alla Staatsgalerie, “Becoming Famous. Peter Paul Rubens”: attraverso oltre cento dipinti, saranno ripercorsi gli inizi della carriera e il periodo formativo italiano del grande pittore fiammingo.

Al rosso barocco di Rubens il Kunstmuseum risponde con il rosso carminio di “Konkrete Künstlerinnen”: fino al 17 ottobre, 120 opere di dodici artiste donne tra cui Sophie Taeuber-Arp, Sonia Delaunay, Vera Molnar e Mary Vieira, esploreranno il ruolo e il lavoro delle galleriste nella costruzione della notorietà delle artiste donne.

Sempre al Kunstmuseum, dal 13 novembre l’esposizione “Jetzt oder Nie/Now or never” offrirà a Stoccarda l’opportunità di scandagliare la storia dell’arte tedesca,  dagli inizi del XX secolo al presente.

©Thomas Niedermüller

Stoccarda parla anche il linguaggio futuristico di Stuttgart21, un progetto di riqualificazione urbana e ferroviario che prevede la riorganizzazione del nodo ferroviario ampliando il numero delle fermate e ristrutturando la vecchia stazione centrale, rigenerando uno spirito architettonico in cui luce e design concorrono ad alimentare la dinamicità propria di Stoccarda, e nello stesso tempo riflettendo il rispetto ecosostenibile per l’ambiente.

Stoccarda “culla dell’automobile è anche “rubens” pensando alla potenza e alla personalità dei motori di due marchi che nel dettano le regole in fatto di eleganza e di velocità nel settore auto motive: Porsche e Mercedes-Benz.

Le due storiche case hanno inaugurato tra il 2006 e il 2009 i due rispettivi musei, dalla avveniristica e sofisticata struttura architettonica, che  raccolgono e custodiscono la propria storia progettuale e industriale.

Ma la mobilità è omaggiata anche da museo Märklineum,  inaugurato recentemente a Göppingen, nei pressi di Stoccarda: si tratta dei modellini ferroviari del brand Märklin, conosciuto nel mondo per la qualità e la precisione tecnica dei suoi giocattoli.

C’è infine un rosso rubens autunnale tutto da gustare a Stoccarda. È il rosso appetitoso dei sapori della cucina tradizionale sveva: dalle  Besenwirtschaften, locande temporanee gestite da vignaioli, alle tipiche trattorie per finire ai ristoranti stellati Michelin, Stoccarda offre una varietà di proposte culinarie capaci di soddisfare i palati più semplici come quelli più esigenti.

È anche il rosso che sfuma nell’oro del foliage dei vigneti che abbracciano Stoccarda, così come rosso, e autentico alemanno è il Trollinger, un ottimo vino fruttato da bere fresco. Il Weinbaumuseum è una tappa d’obbligo per chi vuole approfondire meglio, in modo interattivo, la cultura del vino e la storia della coltivazione nella regione di Stoccarda.

Rotenberg ©Werner Dieterich

Chi vuole abbeverarsi della bellezza del circondario di Stoccarda e nello stesso tempo visitare le cantine, può farlo grazie al tour Stuttgart Weintour, un’escursione in bus elettrico che, in 35 minuti e in otto tappe, conduce i partecipanti in un giro turistico piacevole e non particolarmente faticoso.

Un consiglio: approfittate della carta turistica StuttCard. Con un solo biglietto per tutta Stoccarda, potrete usufruire di ingressi gratuiti e sconti presso oltre 50 partner associati nella città e nella regione.

La StuttCard è disponibile per gli adulti con o senza funzione di biglietto per i mezzi pubblici su tutta la rete regionale (VVS) e per una durata di 24, 48 o 72 ore.

Elena B. Ornaghi

WEB SITE