Autunno dal finestrino

La magia del Treno del Foliage

Un indimenticabile viaggio nell’autunno a bordo dei treni della Ferrovia Vigezzina-Centovalli

Le normative per il contenimento del Covid-19 non hanno fermato il Treno del Foliage: dal 17 ottobre al 15 novembre è infatti attiva la proposta della Ferrovia Vigezzina-Centovalli tra Piemonte e Canton Ticino: i treni offrono la possibilità a tutti i passeggeri di ammirare i paesaggi infiammati dalle sfumature autunnali, in un’esperienza assolutamente da non perdere.

Il percorso della Ferrovia Vigezzina-Centovalli, la storica linea che dal 1923 collega Italia e Svizzera, anche quest’anno diventa un quadro multicolore, con vedute spettacolari e scorsi panoramici infiammati dai colori autunnali dal giallo al rosso.

I biglietti per il Treno del Foliage, validi dal 17 ottobre al 15 novembre, prevedono un viaggio andata/ritorno sull’intera linea da Domodossola a Locarno (purtroppo le disponibilità per viaggiare a bordo del Treno nei fine settimana sono terminate, si potrà prenotare solo nei giorni feriali) con la possibilità di effettuare una sosta intermedia, in modo da poter visitare una delle affascinanti località che costellano il percorso ferroviario.

La sicurezza a bordo dei treni è garantita grazie alle misure di sanificazione costante e al distanziamento fisico, oltre all’obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata del viaggio.

Per acquistare i tuoi biglietti clicca qui

Informazioni utili per un viaggio in totale sicurezza

Per il forte afflusso e le importanti limitazioni dovute al Covid-19, è obbligatoria la prenotazione dei posti a sedere sul Treno del Foliage: il consiglio dunque è quello di affrettarsi ad acquistare il proprio biglietto, in quanto i posti disponibili sono limitati.

Un ulteriore suggerimento è di scegliere giorni feriali per il proprio viaggio sulla Ferrovia Vigezzina-Centovalli.

Il Treno del Foliage: le novità 2020

Nella novità del 2020, il biglietto del Treno del Foliage include (per ogni passeggero adulto) un buono dal valore di 5 franchi svizzeri per ritirare un omaggio presso il piccolo mercatino di prodotti locali, che si svolgerà tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00 presso la stazione ferroviaria di Locarno. Le bancarelle in legno, dal caratteristico tettuccio giallo, esporranno prodotti tipici del Locarnese e delle valli limitrofe.

Alla scoperta dei due capolinea

Il viaggio sul Treno del Foliage potrà iniziare da uno dei due capolinea, la piemontese Domodossola o la ticinese Locarno.

Il capolinea italiano di Domodossola racchiude nel suo nucleo storico gioielli e perle nascoste, tra cui la splendida Piazza Mercato e i suoi meravigliosi palazzi storici.

Locarno invece, è una suggestiva cittadina ticinese affacciata sul Lago Maggiore che racchiude il cuore antico della città vecchia, un incantevole lungolago e la rinomata Piazza Grande, sede del celebre Festival del Cinema.

A pochi chilometri da Locarno, si trova la città di Ascona: una perla dal fascino mediterraneo, splendido borgo affacciato sul Lago Maggiore.

Il Treno del Foliage e i suoi eventi annessi

Numerosi eventi sono poi in programma durante il periodo del Treno del Foliage: a Locarno gli amanti dei sapori tipici non possono perdere la 21° edizione dell’Autunno Gastronomico del Lago Maggiore e Valli, in programma fino al 25 ottobre.

Arte e Cultura saranno poi protagoniste nel cuore del Canton Ticino, con l’imperdibile mostra immersiva “Klimt Experience”, dedicata al padre fondatore della Secessione Viennese e visitabile presso il PalaCinema di Locarno.

Nella tratta italiana del Treno, Santa Maria Maggiore organizza la 15° edizione di Fuori di Zucca il 17 e 18 ottobre: una gustosa e divertente occasione per scoprire il borgo Bandiera Arancione del TCI, attraverso eventi autunnali e mercatini a km0.

Oltre ai due capolinea, la Ferrovia Vigezzina-Centovalli conta innumerevoli fermate tra Italia e Svizzera; e dunque perché non approfittare della sosta inclusa nel biglietto del Treno del Foliage per visitare il maestoso Santuario di Re o il meraviglioso borgo di Santa Maria Maggiore.

Oppure scoprire le località svizzere di Intragna e Verdasio, punti di partenza delle tre funivie per raggiungere comodamente le alte quote e ammirare i colori del foliage da un punto di vista privilegiato.

Beatrice Citron

No Comments Yet

Comments are closed