Austria: destinazione Vienna

Vienna: siate pronte per nuove idee

Tema della Biennale è la Cura del Pianeta, stimolante kermesse interdisciplinare. Ma non è tutto…

Stephansplatz Österreich Werbung, ©Diejun

Questa estate a Vienna, una mostra al femminile, degustazioni nella reggia reale e cocktail da una barwoman top

La capitale austriaca non è certo rimasta alle atmosfere imperiali. Questa estate si fa contenitore propulsore di riflessioni e stimoli su qualcosa che è estremamente importante: la cura del pianeta. Cura che non è solo un concetto ma che deve diventare uno stile di vita.

Con il motto “PLANET LOVE”, la Vienna Biennale for Change 2021 si dedica alla grande sfida dell’era digitale: il Climate Care

Immaginiamo che il nostro pianeta abbia un futuro. Thomas Wrede, Rhonegletscher-Panorama II, 2018
Stampa a pigmenti su carta, 80×260 cm/120×390 cm, Courtesy Beck & Eggeling © Thomas Wrede/VG Bild-Kunst, Bonn
Vista della mostra CLIMATE CARE Immaginiamo che il nostro pianeta abbia un futuro
Hubert Klumpner, 100 idee per Vienna, 2020/21 © Stefan Lux / MAK

La Biennale di Vienna è la prima biennale che combina arte, design e architettura e ambisce a contribuire a migliorare il mondo attraverso idee creative e progetti artistici.

Il suo orientamento interdisciplinare e il suo collegamento tra contenuti artistici e industrie creative propongono nuove prospettive su questioni centrali del nostro tempo per promuovere un cambiamento positivo nella società.

Fino al 3 ottobre sono allestite 11 mostre in 6 location, prima fra tutte il MAK, Museo di Arte Applicate. Vanno in scena paesaggi, acqua, cibo, speranza, fra allegorie, scienza, installazioni, arte, in una nuova relazione tra gli esseri umani e la terra, che suggerisce come plasmare una modernità climatica ecologicamente e socialmente sostenibile.

www.viennabiennale.org
Charlotte Billwiller, Mathilde Flögl, Susi Singer, Marianne Leisching, Maria Likarz: 1924 ©MAK

In estate al MAK potrete godere anche un’altra esposizione: Women Artists of the Wiener Werkstätte. Vengono messe in luce le donne che hanno contribuito all’innovativa comunità fondata nel 1903 sulla scia di Secessione Viennese, Jugendstil, Liberty inglese e Art Nouveau.

www.mak.at

Se andrete in settembre potrete abbinare qualcosa di molto sfizioso: la degustazione dei vini austriaci nella Reggia di Schönbrunn. Alla reggia la cultura del vino vanta una lunga tradizione, c’erano vigneti già all’epoca di Maria Teresa.

Vienna è l’unica metropoli al mondo a vantare all’interno del territorio urbano una vera produzione enologica, con una superficie di circa 700 ettari.

I viticoltori viennesi tengono a coltivare i terreni in base a metodi naturali e sostenibili. I più impegnati hanno creato il gruppo WienWein uniti dall’obiettivo di raggiungere la qualità senza scendere a compromessi. Da dieci anni esiste un regolamento che sancisce che il vino dev’essere prodotto al 100% con uve provenienti da vigneti viennesi; Slow Food ha selezionato il prodotto come Presidio.

www.austria.info

Idee di soggiorno, unconventional hotel

Il più nuovo è Dormero HoHo, che aprirà i battenti all’inizio di luglio: alto 84 metri, HoHo è uno dei più elevati grattacieli in legno al mondo e stabilisce nuovi standard nell’edilizia sostenibile. Il palazzo è costruito per il 75% in legno e si rivolge a un pubblico giovane e cosmopolita. Data l’altezza, non può sorgere in centro città, da cui dista circa 20 minuti di metropolitana.

È invece in posizione molto comoda il Beethoven Wien, a Mariahilf, a ridosso del Naschmarkt, il mercato più famoso di Vienna, cui si aggiunge il sabato quello delle Pulci.

Anticonformista ed elegante, il boutique hotel 4 stelle sviluppa le 47 camere in modo tematico: ogni piano incarna un tema, dall’amore alla passione, dalle grandi personalità ai movimenti artistici.

Nell’edificio che durante la seconda guerra mondiale fu casa di tolleranza, oggi imperversa Isabella Lombardo, “Falstaff Barwoman of the year 2021”, che questa estate propone nel nuovo déhors dell’hotel sei cocktail che raccontano la storia della città.

Il pacchetto Summer in the City offre 3 pernottamenti al costo di 2 e vari servizi: colazione a buffet, cestino da pic-nic con spumante e coperta, giro in carrozza nel centro storico e degustazione di vini austriaci.

www.hotel-beethoven.at 

 Luisella Colombo