Relax d’autunno al Barrière Le Majestic

Sulla Croisette

Barrière Le Majestic più che un Hotel, un’esperienza

Il leggendario cinque stelle di Cannes, offre pacchetti e servizi per un soggiorno rigenerante

Nella città perla della Côte d’Azur proposte weekend e una novità “green”, lo straordinario museo subacqueo ideato dall’artista Jason deCaires Taylor

L’estate è un ricordo, il trambusto di fine anno ancora lontano: e un soggiorno d’autunno a Cannes è un ventaglio di sorprese inaspettate.

Il cielo e il mare della Costa Azzurra ‘fuori stagione’ offrono scenari e colori straordinari, le possibilità di svago e relax sono molteplici, il fascino è quello di sempre: l’eleganza della Croisette, le luci e il fascino delle vie dello shopping e degli alberghi di lusso, ma anche il tranquillo appeal del Suquet, la città vecchia, autentica e antica, lontana da bagliori glamorous e da ogni ricercatezza, e gli immensi spazi aperti della spiaggia e della baia.

Nella perla della Costa Azzurra la proposta soggiorno dellHotel Barrière Le Majestic, leggendario cinque stelle davanti alla scalinata del Palazzo dei Festival.

Un pacchetto esclusivo a soli 433 euro in camera superior include soggiorno, accesso a sauna e hammam e un massaggio Saint Barth di mezz’ora. Per prenotazioni.

Ma i servizi della struttura sono molteplici, l’eccellenza un filo rosso lungo 24 ore.

La giornata può iniziare con una abbondante colazione al Fouquet’s Cannes, e proseguire con una lunga pausa relax alla Spa Diane Barrière, il tempio del benessere.

Non una Spa “ordinaria”. Qui i trattamenti olistici firmati Biologique Recherche rigorosamente personalizzati, ed elaborati dopo una diagnosi dermocosmetica, hanno lo scopo di “rigenerare”, letteralmente, corpo, anima e spirito.  

A metà giornata perché non un pranzo in riva al mare, al ristorante Mademoiselle Gray  sulla spiaggia privata Le Gray d’Albion? Per gli ospiti un menu dalle suggestioni orientali e dai gusti libanesi, dall’insalata Caesar con pollo marinato in stile “shish taouk” al dorso di magro corso “Label Rouge” con chermoula alle costolette di agnello marinate alle erbe.

La tentazione del pomeriggio sono i cocktail del Re della Mixability Emanuele Balestra, da assaporare al Bar Galèrie del Fouquet: da “La Vie est Belle” a base di Mezcal Bruxo con uno spruzzo di estratto di geranio rosa di Marrakech (il suo ingrediente preferito) e Lavandou (una varietà di lavanda), all’Infusione di pompelmo rosa profumata allo zucchero di zafferano, un’immersione in gusto e profumi di fiori e piante aromatiche coltivate a chilometro zero, sul tetto dell’hotel e in pieno sole.

Emanuele Balestra

A fine giornata musica e cena al «Paradiso Nicole & Pierre», altro ritrovo di culto, a partire dalla location: gli spazi sono stati progettati dal prestigioso studio italiano  Vudafieri-Saverino Partners.

©Jean-François Romero

Il menu degli chef Nicole Rubi e Pierre Gagnaire, sodalizio e amicizia nati proprio al Barrière Le Majestic, propone specialità mediterranee, nizzarde e italiane, con una ricchissima e pregiata carta di vini. A chiudere la serata un salto al Casino Barrière Le Croisette, per non rinunciare all’emozione senza tempo del tavolo verde.

Una parentesi «green» infine, durante il soggiorno, è quella in traghetto alle isole di Lerins, piccolo paradiso naturale nella baia: qui, da meno di un anno, l’artista britannico Jason deCaires Taylor ha collocato a gennaio 2021 sei statue monumentali e creato un museo subacqueo che coniuga arte ed ecologia.

Le statue dell’artista, celebre nel mondo per il suo impegno a protezione dell’ecosistema marino, ricordano i Moai dell’Isola di Pasqua, sono in materiale ecologico e già parte dello scenario naturale e rifugio per la biodiversità.

Eccola dunque, Cannes, culla del Festival del Cinema e di decine di rassegne d’arte, gioco, danza e sport, indiscussa “Best destination for Festivals end Events in Europe”, migliore destinazione per festival ed eventi in Europa, titolo assegnato al World Travel Awards 2021 e strappato a “concorrenti” di calibro come Barcellona, Londra, Dublino, Mosca e Budapest. Inorgoglisce il sindaco David Lisnard così come Jean Michel Arnaud, presidente del Palais des Festivals et des Congrès: “Un riconoscimento che premia gli sforzi fatti per molti anni e ci incoraggia a puntare, ancora, all’eccellenza”.

Per i turisti «fuori stagione» , sino al 12 dicembre, e in occasione del Côte d’Azur Dance Festival France, l’offerta Weekend Cannes: 50% di sconto sui biglietti degli spettacoli del festival di danza. Ma oltre 50 offerte per il tempo libero e per tutto l’anno sono disponibili su www.cannes-destination.fr, sport, escursioni, attività creative. Per eventi in corso consultare invece www.cannesnow.com.

Monica Autunno

SOCIAL FB
error: il contenuto è protetto.